Affordable Access

Aspetti dell’artigianato funerario punico di Sulky: nuove evidenze

Authors
Publisher
Carocci editore
Publication Date
Keywords
  • L-Or/06 Archeologia Fenicio-Punica

Abstract

La necropoli punica di Sulky (odierna Sant’Antioco) ha restituito un’importante e abbondante sequenza di sepolcri a camera ipogeica tagliati nel morbido tufo delle alture che coronano le piane affacciate sull’attuale laguna, sedi originarie dell’insediamento civile.<br/> L’impianto funerario si sviluppa a partire dagli anni finali del VI secolo a.C. e prosegue lungo l’arco di vita della comunita punica del centro, con un nucleo cospicuo di attestazioni nel V e IV secolo.<br/> A partire dal 2000, un progetto avviato dalla Soprintendenza archeologica della Sardegna e dal Parco Geominerario Sardo ha consentito l’indagine di un ampio settore della necropoli che si affaccia sui versanti orientali del colle di Is Pirixeddus; in otto anni di ricerche, dirette da chi scrive, sono stati esplorati sette sepolcri a camera, tra i quali i tre complessi funerari di cui si da conto in questa relazione.

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.