Affordable Access

Publisher Website

Relazioni irpine dei Seppii di ordine senatorio e un'epigrafe eclanense per i mani di Gaio Cesare

Authors
Journal
Mélanges de l’École française de Rome Antiquité
0223-5102
Publisher
PERSEE Program
Publication Date
Volume
109
Issue
1
Identifiers
DOI: 10.3406/mefr.1997.1974

Abstract

Marina Silvestrini, Relazioni irpine dei Seppii di ordine senatorio e un'epigrafe eclanense per i mani di Gaio Cesare, p. 7-20. In questo contributo vengono presentate tre nuove iscrizioni rinvenute in Irpinia : due provengono dall'ager Beneventanus (rispettivamente da Montecalvo Irpino e Masseria S. Eleuterio) e costituiscono due nuove attestazioni del gentilizio Seppius. Di particolare interesse la prima (età triumvirale / protoaugustea) che documenta in 0. Seppius Q. f. Rufus, da accostare al senatore venosino, di età traianea : [.] Satrius Q. f. Hor. Sep[pius Ru]fus. Essa permette di istituire un legame tra i Seppii irpini e i Seppii venosini. La terza iscrizione, rinvenuta nei pressi di Aequum Tuticum (Masseria S. Eleuterio), è un'ara, posta dai cittadini di Aeclanum per i mani di Gaio Cesare. Fu verosimilmente collocata in occasione del passaggio del corteo funebre di Gaio, che mon in Licia nel 4 d.C.

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.