Affordable Access

I trobatori e la corona d'Aragona.

Authors
Publisher
Universitat de Girona
Publication Date
Source
Legacy

Abstract

CATALUNYA I ElS TROBADORS I trovatori e la corona d'Aragona RIFLESSIONI PER UNA CRONOLOGIA DI RlFERlMENTO STEFANOASPERTI (Università La Sapienza - Roma) 1. E' unanimente riconosciuta da filologi e storici delia letteratura e delia língua l'importanza strut- turale che riveste la lirica trobadorica entro la letteratura catalana medievale sino all' estremo del Medio Evo': la fedeltà sostanziale al codice poetico ereditato dai poeti in língua d'oc, tanta neglí aspetti espres- sivi che in quelli formali, continuamente rivitalizzato ma non mai abbandonato costituisce la cifra dis- tintiva della tradizione lirica catalana sino all'epoca di Ausias March (Girolamo, 1995: 7-21). Ma aven- do di fronte questa continuità COSI forte e salda, che fa supporre un' eredità organicamente costituita, risaltano alcuni aspetti problematici nel rapporto iniziale fra Catalogna e trovatori, in special modo evidenti se si confronta la situazione di questo angolo di penisola Iberica con quella dell'Italia setten- trionale, altra regione nella quale la lírica dei trovatori giocò un ruolo essenziale a partire dalla fine del XIIsecolo e poi nel corsa di tutto il XIII: «Esistono due soli canzonieri lirici superstiti dedicati ai trovatori compilati in Catalogna, V, assai anti- co essendo stato esemplato nel1268, e Sg, che è invece tardo, compilato nella seconda metà del Trecen- to. Entrambi sono abbastanza piccoli, importanti, dal punto di vista della storia della ricezione troba- dorica, per la qualità e l'orientamento della scelta antologica piu che per la sua oggettiva ricchezza o ecce- llenza testuale. Di essi, Sg è un manoscritto anomalo, dal momento che l'intera sua ultima sezione è dedi- cara ai poeti della Scuola Tolosana del Trecento; esso si presenta in questo corne un' eccezione rispetto all'ordinamento degli altri canzonieri trobadorici, che mette tra l'altro in discussione il criterio, di tipo essenzialmente «codicologico» che è alla base della dassificazione dei trovatori censiti nelle bibliografie

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.

Statistics

Seen <100 times
0 Comments
F