Affordable Access

Per un illuminismo perenne

Authors
Publisher
Università degli Studi di Milano
Publication Date

Abstract

Itinera. Rivista di filosofia e di teoria delle Arti Itinera, N. 1, 2011. Pagina 186 Per un illuminismo perenne di Pietro Conte In un famoso scritto del 1784 Kant definiva l’Illuminismo in termini di uscita da uno «stato di minorità» imputabile a se stessi, cioè come con- quista della capacità di servirsi autonomamente del proprio intelletto, o per meglio dire: come conquista della capacità e del coraggio. Indivi- duando espressamente nella pigrizia e nella viltà i nemici mortali dell’Illuminismo, Kant si avvicinava a un autore da lui pur tanto diver- so quale Herder, che nelle Idee caratterizzava la Humanität in termini dinamici, come «ciò che può fare di se stessa, ciò che ha forza e voglia di diventare», e decretava: «Noi non siamo ancora uomini, ma lo diven- tiamo ogni giorno». Ed è in fondo questa, anche, la conclusione del Candido volterriano: al protagonista, scampato alle mille vicissitudini che gli hanno fatto scoprire, malgré lui, la vacuità e la pigrizia del so- gno del “miglior mondo possibile”, non resta che svegliarsi da uno dei tanti sonni dogmatici dormiti dall’uomo per fare, per agire, per coltiva- re un orto che, seppur non sarà il miglior orto possibile, resterà comun- que un orto, un pezzo di terra ut operaretur eum, da lavorare e rendere produttivo. Per riprendere i termini kantiani, allora, l’Elogio dell’Illuminismo di Elio Franzini è innanzitutto questo: un libro per maggiorenni, o – se si preferisce – un libro critico. «Critica»: termine chiave che percorre l’intero testo e va inteso in duplice senso, da un lato – pars destruens – come polemica rivolta contro ogni forma di dogmatismo ideologico o fi- deistico e contro ogni riduzionismo atto a fare dell’Illuminismo «un’epoca da sezionare, considerandola qualcosa di morto» (E. Franzini, Elogio dell’illuminismo, Bruno Mondadori, Milano 2009, p. 1); dall’altro – pars construens – come approfondimento analitico di un il- luminismo che non si lascia circoscrivere al Settecento francese ma che,

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.