Affordable Access

PROPOSTA PER IL RICAMATORE ANTUN HAMZIĆ A KORČULA

Authors
Publisher
Literary Circle of Split; [email protected]
Publication Date

Abstract

Tra i paramenti sacri conservatisi della cattedrale di Korčula (Curzola) per il periodo dalla fine del XV ai primi anni del XVI secolo risalta una casula con figure ricamate di santi . Da una parte è la Madonna con il Bambino in trono sotto un baldacchino, la scena dell'Annunciazione e un giovane santo con la palma in mano, dal’altra sono raffi g urati S. Gerolamo, S. Giuliano e un santo sconosciuto nella s tessa fila sotto la cupoletta con le fialette. Le fi gure con i caratteri gotici e rinascimentali ricordano le opere dei pittori ragusei del XV secolo: Nikola Božidarević, Mihoc Hamzić e Lovre Dobričević. Confrontandoli con le casule della fine del XV secolo e del principio del XVI ne i tesori zaratini , spalatini e in particolare ragusei, è evidente la somiglianza nella distribuzione de i motivi decorativi e de i personaggi , de i baldacchini con le cupo lette e del loro sfondo. Presenta la massima somiglianza con l'Annunciazione sulla casula di Korčula e la stessa collocazione sui bracci laterali orizzontali la casula dei Francescani raguse i che si considera opera del ricamatore Antun Hamzić nella prima metà del XVI secolo . Antun Hamzić, fratello del pittore Mihoc, soldato stipendiato a Dubrovnik e a Ston, era un ricamatore molto abile come confermano anche i documenti archivistici sull'esecuzione dei paramenti per la cattedrale e le altre chiese ragusee . Se si accetta l'ipotesi che Antun Hamzić abbia lavo rato alla casula dei Francescani raguse i e a quella di Korčula, questa sarebbe la prima attribuzione di paramenti sacri dalmati della prima metà del XVI secolo.

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.