Affordable Access

Publisher Website

Mobilità sociale e legami familiari alla luce dell'albo dei decurioni di Canosa (CIL IX, 338)

Authors
Journal
Mélanges de l’École française de Rome Antiquité
0223-5102
Publisher
PERSEE Program
Publication Date
Volume
102
Issue
2
Identifiers
DOI: 10.3406/mefr.1990.1681

Abstract

Marcella Chelotti, Mobilità sociale e legami familiari alla luce dell'albo dei decurioni di Canosa (CIL IX, 338), p. 603-609. Il lungo elenco dei decurioni e dei patroni della comunità registrato nell'albo canosino dei 223 d.C. permette una singolare analisi dei ceti dirigenti cittadini di un medio centro coloniale italico, anche per la possibilità che offre di delinearne una storia almeno trentennale attraverso i percorsi delle carriere magistratuali. Il rapporto familiare fra diversi personaggi dei vari settori della curia, il confronto con le relazioni familiari deducibili dalla restante documentazione epigrafica cittadina lasciano delineare, specialmente attraverso la condizione di liberto imperiale, una mobilità sociale controllata e guidata senza traumatici rivolgimenti e operante spesso nell'ambito e attraverso i valori della vecchia nobiltà, ma tuttavia continua fino a configurarsi come un ampio ricambio ai vertici dei potere.

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.