Affordable Access

Publisher Website

Come prevenire gli incidenti nell’adolescente spericolato

Authors
Journal
Quaderni Italiani di Psichiatria
0393-0645
Publisher
Elsevier
Publication Date
Volume
28
Issue
3
Identifiers
DOI: 10.1016/j.quip.2009.05.006
Keywords
  • Adolescenti
  • Prevenzione
  • Incidente
  • Rischio
  • Politica Della Salute
  • Adolescents
  • Prevention
  • Accidental Injury
  • Risk-Taking
  • Health Policy

Abstract

Riassunto Premesse La mortalità secondaria a incidenti presenta, durante l’adolescenza, l’incidenza più elevata rispetto a qualsiasi altra fase della vita. Le ragioni di tale preoccupante proporzione sono molteplici. La conquista dell’indipendenza, il bisogno di interazione sociale e di confronto con i coetanei, lo sviluppo di interessi diversi espongono l’adolescente a nuove esperienze, spesso caratterizzate da un margine di rischio di diverso grado. Accettare di vivere una situazione pericolosa rappresenta per i soggetti di questa età una modalità privilegiata per dimostrare a sé e ad altri la capacità di essere. L’assunzione frequente di rischio unita alla ricerca dimostrativa, tipica degli adolescenti, di nuove occasioni pericolose rende ragione dell’alta frequenza di incidenti mortali e di gravi lesioni registrata in questa popolazione. Conclusioni La necessità urgente di controllare tale fenomeno non può prescindere da un’analisi attenta e completa della situazione. I punti chiave sono: la psicologia dei giovani adolescenti, le loro motivazioni, le attitudini e i bisogni, unitamente al contesto in cui sono inseriti. Gli interventi possibili trovano nella prevenzione la strategia vincente. È dimostrato che la maggiore efficacia è ottenuta utilizzando piani di informazione costruiti con riferimento preciso alle caratteristiche di questa età e che includano nel programma il coinvolgimento attivo degli stessi adolescenti.

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.