Affordable Access

Publisher Website

Tra epigrafia, filologia, storia e topografia urbana : quattro ipotesi

Authors
Journal
Mélanges de l’École française de Rome Antiquité
0223-5102
Publisher
PERSEE Program
Publication Date
Volume
103
Issue
2
Identifiers
DOI: 10.3406/mefr.1991.1727

Abstract

Emilio Rodrîguez-Almeida, Tra epigrafia, filologia, storia e topografia urbana: quattro ipotesi, p. 529-550. I primi tre punti riguardano altrettanti passi di Giovenale. Nel primo (Ivven.V.98) si prospetta la possibilità di identificare la piscatrix propola Aurelia con la Aurelia Nais della base CIL, VI, 9801. Nel secondo (III, 232-267) si ravvisa la probabilità di situare la casa del poeta presso l'inizio del trames Suburae peractae di Mart. X, 20,5 (via in Selci). Nel terzo (II, 133) si nega l'esistenza di un vero toponimo nell'indicazione di una Vallis Quirini, sarcastica allusione all'equivoco quartiere suburano. Il quarto punto, in fine, riguarda una dedica a Iuppiter Tonans pubblicata da S. Panciera, nel cui dedicante, Aravos, si propone di identificare il servus praelucens di Augusto durante la spedizione cantabrica dell'anno 26/25 a.C. (Svet., Aug. XXIX, 5).

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.