Affordable Access

Il papa Giovanni IV Zaratino e la missione dell’abate Martino nel 641

Authors
Publisher
Croatian Academy of Sciences and Arts
Publication Date
Keywords
  • Papa Ivan Iv. Monotelizam
  • Opat Martin
  • Mučenici Istre I Dalmacije
  • Lateranski Mozaik
  • Pope John Iv
  • Monothelitism
  • Abbot Martin
  • The Martyrs Of Istria And Dalmatia
  • The Laterano Mosaic.

Abstract

Nonostante che papa Giovanni IV (640–642) non sia ignoto ai storici ecclesiastici, non esiste uno sguardo completo delle sua vita e opera. E noto che era Dalmata, con molta probabilità nativo di Zara. Nel ruolo del “cardinale” diacono era presente nella Curia romana durate il pontificato dell`Onorio I (625–638) e papa Severino (638–640), a chi succede con approvazione dell`imperatore Eraclio I. Nel corso del suo pontificato, che durava appena venti due mesi, si è impegnato nel combattere l`eresia di monotelismo e nel soccorrere ai suoi conazionali oppressi dagli Slavi appena arrivati in Dalmazia. A tale scopo nel 641 ha mandato in Istria e Dalmazia l`abate Martino con il danaro per riscattare i prigioneri cristiani e raccogliere le reliquie dei santi martiri, per i quali nel Laterano ha costruito un oratorio, chiamato di S. Venanzio, con i famosi mosaici con le figure dei martiri dalmati ed istriani. L`autori si è fermato sulla questione assai dibattuta, se i resti di San Domnio, il primo vescovo di Salona, e quelli di San Mauro, il primo vescovo di Parenzo, in questa occasione siano stati portati a Roma oppure si conservassero a Spalato e Parenzo come credeva la tradizione continua. La questione si risolva con il fatto che l`abate Martino non portava con se le reliquie integrali, ma solo parziali. In fine l`autore diffende l`opinione del Daniele Farlati che l`abate Martino in sequito sia eletto papa di nome Martino I (469–653), che ha mandato a Spalato Giovanni di Ravenna, il primo vescovo spalatense, per restituire la Chiesa in Dalmazia.

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.