Affordable Access

Distanza fra fantasia e realta nelle opere di Calvino

Authors
Publisher
한국이탈리아어문학회
Publication Date
Keywords
  • 거리감
  • Distanza
  • 환상
  • Fantasia
  • 독자
  • Lettore
  • 해석
  • Interpretazione
  • 텍스트
  • Testo
  • 재구조
  • Ricostruzione
  • 탈구조
  • Decostruzione
  • Realtà

Abstract

L'opera di Cavino è caratterizzata dalla cosiddetta "fantasia logica", che deriva da un'idea mista di fantasia o immaginazione, come forza che opera e crea il discorso stesso. Si tratta di una chiave di lettura di Calvino. Il problema nasce in riferimento al funzionamento di tale meccanismo, ma può essere risolto postulando l'esistenza di un lettore, la cui interpretazione o lettura del testo gli permette di mantenere da esso distanza critica, nell'infinita ripetizione della sua codifica o decodifica. Qui interpretare signfica mantenere distanza dal mondo e dal testo e, mettersi al posto dell'altro. Tale processo infinito pu?essere portato a termine attraverso l'azione cosciente del lettore, che rende oggettivo il testo e il mondo, secondo il metodo per cui le realtà possono essere costruite, distrutte e ancora ricostruite. È possibile che Calvino avesse percepito la realtà non come una cosa fissa e completa, ma come un'entità caotica, così attraverso la "fantasia logica" l'autore ha trovato un mezzo di lotta al fine di costituire un itinerario, alla ricerca della possibilit?di inserire la realt?astratta all'interno di un sistema concreto. Tale sistema non aspira ad una realt?avida, ma ad una realtà costruttiva. Il mio approccio a Calvino può essere giustificato facendo riferimento alla struttura aperta dei suoi incessanti tentativi di costruire la realtà nei testi letterari. I suoi scritti sperimentali e fantastici non erano, certo, altro che tentativi di afferrare il mondo così com'è per poi ulteriormente creare le proprie realtà Questo lavoro è stato portato avanti, non solo in termini di struttura formale, ma anche rispettando il suo incessante intereste per diverse visioni del mondo, revelato dai suoi personaggi, cos?vari e interessanti. La collisione fra esistenza e non-esistenza è il nostro modo per continuare a vivere in questo mondo, Calvino non suggerisce mai quale relazione tale modo possa avere con la realtà sembra solamente fornirci nuovi argomenti essenziali: la vita e la pratica. Per questa ragione possiamo definire Calvino come uno scrittore che non evita di continuare ad interrogarsi sulle possibilità e i significati della letteratura.

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.