Affordable Access

Un futuro per il passato: patrimoni librari e archivistici da salvare e da conservare

Authors
Publisher
AIB, Associazione italiana biblioteche
Publication Date

Abstract

04 Recensioni 4-04 recensioni e segnalazioni 257 Alle problematiche connesse alla creazione di biblioteche digitali e alla gestione e alla conservazione dei documenti elettronici, con particolare attenzione agli Open Archives e all’Open Access sono dedicati gli ultimi tre capitoli del volume, in cui ci si sofferma in particolare a descrivere cosa siano e come possano essere strutturati i metadati. Il libro è chiuso da un elenco degli strumenti d’informazione bibliografica e delle rivi- ste scientifiche del settore e dai riferimenti bibliografici citati nel testo. La quarta pagina di copertina spiega che il volume «si rivolge al lettore che affronta la materia per la prima volta, e offre la presentazione dei diversi aspetti che contribui- scono a comporre un quadro disciplinare complesso», con l’obiettivo di esporre i fonda- menti della biblioteconomia, trattata in tutte le sue diverse componenti, ivi compresi gli sviluppi delle biblioteche digitali, ma senza dimenticare l’analisi «degli aspetti eminen- temente storico-istituzionali, il cui esame permette di seguire l’evoluzione storica dell’i- stituto biblioteca in Italia attraverso i secoli, e in particolare dopo l’unità, con l’attenzio- ne rivolta anche allo sviluppo delle biblioteche pubbliche e private nel mondo classico». Un obiettivo raggiunto dal punto di vista formale, ma con qualche sbavatura attri- buibile, forse, alla necessità di comprimere la materia in un numero di pagine limitato. Rimangono un po’ in disparte in questa trattazione, ma è naturalmente parere persona- le, l’autrice, che non sembra troppo volersi esporre in certo difficili previsioni sul futuro, e il bibliotecario, dominusma anche succube della tecnologia necessaria per gestire oggi una moderna biblioteca. In certe parti si ha la sensazione che le informazioni fornite siano il risultato di una somma di diverse fonti, con uno sforzo di rielaborazione critica non pienamente riuscito. I riferimenti bibliografici, di sicuro ascrivibili a una scelta legittima e ne

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.