Affordable Access

Benefici e costi di un'unione monetaria

Authors
Publication Date
Keywords
  • Politica Economica
  • 03568
  • Economia - Sede Di Rimini
  • 0057
  • Economia Del Turismo
  • 0032
  • 2009
  • 8

Abstract

Microsoft Word - EIE-5-OCA.doc Riccardo Rovelli – Economia dell’Integrazione Europea 1 Aggiornato Dic. 2002 Lezione 19 BENEFICI E COSTI DI UN’UNIONE MONETARIA Indice: I. Introduzione: vantaggi e problemi di un'unione monetaria II. La teoria delle aree monetarie ottimali • Rilevanza ed evoluzione delle asimmetrie tra paesi • L'integrazione reale e monetaria ridurrà oppure accrescerà l'attuale grado di asimmetria tra i paesi europei? • Il ruolo del mercato del lavoro • Altre considerazioni critiche sul tasso di cambio come strumento di stabilizzazione III. Asimmetrie del meccanismo di trasmissione nell'UEM IV. Centralizzare la politica fiscale? V. Conclusioni Riccardo Rovelli - Economia dell'integrazione europea - Benefici e costi di un'unione monetaria 2 I. INTRODUZIONE: VANTAGGI E PROBLEMI DI UN’UNIONE MONETARIA Rinunciare ad uno strumento di politica economica (ossia, sostituire undici politiche monetarie potenzialmente autonome con una sola) è per definizione costoso: ma quanto? e a fronte di quali benefici? Per parlarne, è utile distinguere tra benefici e costi derivanti dalla fissazione irrevocabile dei cambi, e quelli ulteriori dovuti all’adozione di una moneta unica. La Tabella 1 riassume in forma schematica le voci positive e negative di un ipotetico bilancio dei benefici e costi dell’adesione ad un’unione monetaria fra più paesi. Bisogna tenere presente, inoltre, che è più difficile analizzare (e soprattutto quantificare) i benefici che i costi, in quanto i primi sono di natura più microeconomica e quindi più “diffusa”, e inoltre la loro rilevanza si manifesta in ogni caso in modo graduale nel tempo. In una prospettiva “storica”, possiamo chiederci quale sia stata - rispetto ai temi indicati sopra - la principale fonte di dubbi sull’opportunità di dar luogo ad un’unione monetaria in Europa. Non c’è dubbio che fosse l’impossibilità di effettuare politiche monetarie di

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.