Affordable Access

Giuseppina Spadea Noviero, Philippe Pergola, Stefano Roascio (edd.), Albenga. Un antico spazio cristiano

Authors
Publisher
Universitat de Barcelona
Publication Date

Abstract

280 SEBarc ix, 2011, pp. 271-295 Recensions fine di ricavare dati di carattere economico che documentino l’attività e i rapporti fra le varie zone dell’Impero: dal suo studio risulta che la maggior parte delle principali varietà di marmi e calcari utilizzati nel mondo romano nel i i secolo, materiali dall’Africa, dall’Italia e dalla Grecia, sono stati qui messi in opera in funzione del loro valore e rarità a seconda dell’importanza dell’ambiente. Per finire, Claude Coupry ha dedicato qualche pagina all’analisi fisico-chimica dei pigmenti della decorazione pittorica di alcune stanze, analisi effettuata al microscopio per comprendere le componenti chimiche dei colori delle pitture, in eccellente stato di conservazione. Cambiando completamente argomento, si passa dalle pietre agli uomini e agli animali: Les vestiges anthropologiques et zoologiques, a cura di Vianney Forest e Véronique Fabre. Le due studiose ci illustrano i risultati delle loro ricerche su ossa umane, molte di bambi- ni, e di animali, una scimmia, un cane e altri, rinvenute in un pozzo e in un ambiente della casa. Un’analisi osteologica è seguita dalle interpretazioni sulla presenza degli animali in questo contesto e sulla loro fine: interessante la presenza della scimmia, esemplare qui dalle caratteristiche singolari, forse animale da compagnia dei ricchi, così come il cane. Per quanto riguarda le ossa degli altri animali, si tratterebbe di resti alimentari: trovate nella casa anche molte conchiglie, provenienti dal- la costa e da stagni litoranei e abitualmente consumate sulla tavola e qui dettagliatamente considerate da Anne Bardot. Dell’ultima fase di occupazione della dimora si è occupato Raymond Sabrié, nel settimo capitolo, Les vestiges de l’Antiquité Tardive, in cui si parla del periodo compreso fra l’abbandono anteriore alla metà del i i i secolo e il i v secolo, in corrispondenza della costruzione della basilica paleocristia- na. Pertinenti a questa fase sarebbero solo alc

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.

Statistics

Seen <100 times
0 Comments