Affordable Access

Lo scavo della Tomba VIII della necropoli ipogeica di Sa Figu (Ittiri-Sassari) ed il problema delle “domus a prospetto architettonico”

Authors
Publisher
Mediando
Publication Date
Keywords
  • L-Ant/01 Preistoria E Protostoria

Abstract

Nel 2001, a quarant’anni esatti dal primo scavo di Ercole Contu, è ripresa l’esplorazione archeologica della necropoli ipogeica di Sa Figu-Ittiri (SS).<br/> L’area archeologica è ubicata all’estremità meridionale dell’altipiano di Coros, a Nord-Est dell’abitato di Ittiri (Sassari), a oltre 400 metri s.l.m.; la posizione particolarmente elevata permetteva un ampio dominio su un tratto del corso vallivo del Rio Mannu e soprattutto sulla sottostante area di San Maurizio (con l’omonimo santuario medievale) nei cui pressi, in una costa calcarea piuttosto scoscesa, è scavata la necropoli a domus de janas di Ochila.<br/> Nel 1961, Ercole Contu aveva individuato quattro tombe «già violate in antico»; nel 1969 Editta Castaldi pubblicava il suo lavoro sulle tombe di giganti del Sassarese, in cui veniva presentata un’immagine prospettica della tomba IV ed erano forniti alcuni dettagli e misure del monumento, mentre alla Tomba III erano riservati solo pochi cenni. Nel 1975, ancora la Castaldi pubblica il suo studio sulle “domus nuragiche”, ovvero le tombe ipogeiche a prospetto architettonico, in cui sono presenti due sintetiche schede delle tombe III e IV con la relativa documentazione grafica e fotografica.<br/> Nel 1978, Ercole Contu ritorna sulla necropoli di Sa Figu, discutendo sul “Significato della stele nelle tombe di giganti”: viene segnalata, per la prima volta, la presenza di una quinta tomba di Sa Figu, e viene inoltre descritta più in dettaglio la Tomba II. Si chiarisce, inoltre, la provenienza dei frammenti del noto vaso con orlo a tesa interna ed ornato metopale, attribuiti alla Tomba III.<br/> Alla metà degli anni ’90, le ricerche nell’area di Sa Figu riprendono ad opera di Paolo Melis e Salvatore Merella: vengono rilevate tutte le tombe allora note ed inoltre vengono scoperte e rilevate le tombe VI e VII.<br/> Dal 2001 al 2003, in tre distinte campagne di scavi e ricerche, sono state individuate le tombe VIII, IX, X e XI, mentre sono state esplorate le tombe II, IV, V, VIII e parzialmente le tombe IX e X; è stato anche scavato il vicino “circolo megalitico”.

There are no comments yet on this publication. Be the first to share your thoughts.